“Io ho sempre detto una cosa, mi sembra ragionevole pensare a tutte le forme possibili di calmierazione, ma far diventare il tampone gratuito significa dire sostanzialmente che chi si è vaccinato ha sbagliato”. Così il ministro del Lavoro, Andrea Orlando, a margine della firma di un protocollo con la Camera nazionale del lavoro a Milano commentando la proposta di Beppe Grillo di rendere gratuiti i tamponi. “Io penso invece – ha aggiunto – che noi dobbiamo dire che chi va a lavorare e chi ancora non è convinto può avere anche un trattamento parzialmente diverso rispetto a chi non deve andare a lavorare. Ma l’idea di un tampone gratuito vuol dire smentire l’orientamento che fin qui è stato seguito”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Green pass lavoratori, Salvini: “Tamponi validi fino a 72 ore”. Zaia: “Usiamo quelli fai da te”. L’epidemiologo: “Inaffidabili, come lanciare una moneta”

next
Articolo Successivo

Forza Nuova, il 20 ottobre in Aula alla Camera la mozione per scioglierla. FdI ne annuncia una alternativa “contro tutti i sovversivi”

next