La notizia giunge dalle piste di cross country delle Olimpiadi di Tokyo. Jet Set, il cavallo cavalcato dallo svizzero Robin Godel, è stato abbattuto. L’equino elvetico si era fatto male durante la gara, subendo un pesante infortunio che gli avrebbe impedito di tornare a gareggiare. La notizia è stata annunciata dal team svizzero. Jet Set si era procurato un infortunio a una zampa anteriore, mentre era alle prese con il salto di un ostacolo nell’acqua. Da lì il trasporto alla clinica veterinaria e gli accertamenti, che hanno diagnosticato al castrone di 14 anni uno strappo al legamento della zampa anteriore destra. Un danno irreparabile a causa del quale il cavallo non sarebbe più riuscito a tornare in pista.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Robin Godel (@robin.godel)

“Una notizia tristissima. Una vera perdita per l’equitazione” ha scritto in una nota la Federazione equestre internazionale (Fei), “Jet Set sarà sempre ricordato come il fantastico cavallo che ha catturato tutti i nostri cuori”. Anche il suo fantino Robin Godel ha voluto ricordare Jet Set con un post su Instagram: “È con il cuore molto pesante che vi annuncio la morte troppo precoce del mio caro Jet Set”, scrive lo sportivo. “Era un cavallo straordinario, gareggiava per ciò che amava di più: galoppare e sorvolare gli ostacoli”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Tokyo2020, Boari dopo lo storico bronzo nell’arco femminile: “Ho ottenuto più di quel che mi aspettavo, ce l’ho messa tutta”

next
Articolo Successivo

Marcell Jacobs fa la storia: è il primo italiano in finale nei 100 metri alle Olimpiadi e nuovo record europeo con 9″84. Per l’oro alle 14.50

next