Mentre in commissione alla Camera il centrodestra chiede di allargare il perimetro della riforma del processo penale all’abuso d’ufficio e alla definizione del pubblico ufficiale, Ignazio La Russa, senatore di Fratelli d’Italia, si è detto d’accordo a escludere i processi di mafia dalla tagliola dell’improcedibilità prevista dal testo. “Qualunque sia la mediazione che si troverà nel governo – ha detto La Russa in collegamento con L’aria che tira su La7lascerei fuori la mafia. Questa deve essere l’unica eccezione. La riforma è raffazzonata, ma qualunque sia la mediazione, ci deve essere il tempo per finire i processi di mafia”

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Green pass, Bersani a La7: “Draghi dia un’indicazione precisa. Le persone devono sapere come comportarsi”

next
Articolo Successivo

Giustizia, la ministra Cartabia: “Il 37% delle prescrizioni sopraggiunge durante la fase delle indagini preliminari”

next