“Ogni manifestazione contro il Green pass è una manifestazione contro le riaperture, contro la libertà”. Lo ha detto il segretario del Partito democratico Enrico Letta a Reggio Calabria per presentare il suo libro “Anima e cacciavite per ricostruire l’Italia” e per incontrare i vertiti del Pd locale e la candidata del centrosinistra Amalia Bruni. A margine dell’iniziativa, Letta si è soffermato sull’esigenza di vaccinare “la maggior parte degli italiani”. Questa è “la condizione per la libertà”. Ma il segretario del Pd ha parlato anche della riforma Cartabia e delle modifiche chieste dal Movimento cinque stelle: “Siamo nell’ultimo miglio di definizione degli aggiustamenti”. “Io sono fiducioso – ha aggiunto Letta – sul fatto che il voto troverà maggioranza unita. L’importante è che sia un voto che, prima della pausa estiva, approvi la riforma Cartabia in modo da dimostrare a tutta l’Europa e a tutti gli europei che le risorse finanziarie che riceviamo sono effettivamente collegate a un impegno riformatore a partire dalla giustizia. Quindi avanti con la riforma, avanti con l’ultimo miglio degli aggiustamenti e sì al fatto che il voto di fiducia faccia approvare la riforma”

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

25 luglio, così iniziò la fine di Mussolini. Dalla perdita del consenso al peso della guerra: anatomia della notte del Gran consiglio

next
Articolo Successivo

Regionali in Calabria, Letta a De Magistris: “Nostro impegno per la legalità è totale, non accettiamo lezioni da nessuno”

next