Un master gratuito per professionisti over 40 rimasti senza lavoro dedicato alla Data Analysis, una delle competenze più richieste al momento sul mercato del lavoro. È il progetto pilota voluto da Fideuram – Intesa Sanpaolo Private Banking, che erogherà 75 borse di studio a totale copertura dei costi.

Il master è realizzato con la cooperazione di Talent Garden ed è rivolto ai domiciliati o residenti in Lombardia. Si parte a settembre, per formare i primi 25 professionisti tra i 40 e i 50 anni senza un’occupazione anche a causa della pandemia. Le restanti 50 rimarranno a disposizione per progetti formativi al via nei prossimi mesi.

La crisi innescata dal Covid ha infatti colpito 12 milioni di lavoratori: oltre 850 mila persone hanno perso il lavoro e il numero di inattivi è aumentato di quasi 460 mila unità. Per questo, Fideuram ha proposto a Talent Garden la creazione di un percorso formativo specifico dedicato a una categoria tra le più colpite da questa situazione: “Digital Restart” è il nome del percorso di reskilling per imparare e analizzare dati aziendali a 360 gradi.

I partecipanti apprenderanno i fondamenti dell’analisi dati, dal foglio elettronico alla gestione di database, sino alla sicurezza e alla gestione di modelli e di analisi grafica. Il tutto per imparare a gestire con efficacia la complessità di una realtà aziendale. “Un percorso innovativo che può generare nuove competenze” commenta Tommaso Corcos, amministratore delegato del gruppo Fideuram-Intesa Sanpaolo.

L’obiettivo secondo il Ceo di Talent Garden Davide Dattoli è quello di creare “un progetto di vero reskilling digitale” rivolto ai disoccupati e inoccupati per accrescerne le competenze digitali, riqualificarla su un mercato del lavoro sempre più orientato alla tecnologia e all’innovazione e superare il mismatch di competenze per reagire alla crisi.

Tutte le informazioni sono disponibili sul sito https://digitalrestart.talentgarden.org/

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, accessibile a tutti.
Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte con idee, testimonianze e partecipazione.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Sblocco dei licenziamenti, il dl Liquidità offre spunti per soluzioni innovative

next