Quattro persone sono state arrestate dopo il linciaggio e l’uccisione in Honduras dell’italiano Giorgio Scanu, aggredito da 600 persone in un villaggio perché sospettato di aver ucciso un vicino. A riferirlo è la stampa locale, secondo la quale è stato emesso un ordine di cattura per altri quattro sospettati.

Secondo quanto riferito dal quotidiano La Prensa, i quattro sospetti trasferiti nel carcere di Choluteca, nel sud del Paese, sono Manuel Moreno Guillen, Oscar Ivan Erazo, Carlos Roberto Maldonado, Cristian Paul Merlo, tutti accusati dell’assassinio di Scanu e del successivo incendio della sua abitazione.

Il linciaggio dell’italiano è avvenuto nel quartiere di Los Mangos, a Yusguare. L’udienza nei confronti degli arrestati è stata fissata per giovedì 15 luglio alle 13. Il cadavere di Scanu si trova nell’Istituto di medicina legale di Tegucigalpa, dove la famiglia attende la consegna del corpo che sarà poi cremato.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Haiti, Joseph Lambert è il nuovo presidente ad interim. Usa: “Inviamo gli investigatori Fbi nel Paese”

next
Articolo Successivo

L’Isis torna a minacciare Roma e Di Maio: “Sono ancora tra i nostri bersagli principali”. Lui: “Non fermeranno lotta al terrorismo”

next