“È evidente che il numero di queste primarie non è paragonabile al numero di quelle di anni fa. Però vedere 12mila cittadini rappresenta un messaggio molto forte, positivo, che dice che le cose tornano normali. Noi siamo diversi dal centrodestra, dove due persone in una stanza decidono i candidati. Da noi la decisione è frutto di una discussione. Meglio 12mila che due”. Lo ha detto il segretario del Pd, Enrico Letta, rispondendo alle domande dei militanti dem in un filo diretto su Radio Immagina in merito alle recenti primarie che si sono svolte a Torino e che hanno sancito la candidatura di Stefano Lo Russo.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Sicilia, il deputato M5s Davide Aiello: “Io aggredito in piazza dopo aver denunciato voto di scambio”. La solidarietà di Conte

next
Articolo Successivo

Strage Ardea, Luca Di Bartolomei: “Se ne rischiano altre. In Italia 10 milioni di pistole e una crisi sociale già grave e ora acuita”

next