Microsoft Surface Laptop 3 è un interessante notebook che punta tutto su peso e misure contenutissime, offrendo però al contempo una configurazione hardware medio-alta, che consente un’elevata produttività anche per chi non possiede un computer desktop. Chi si accontenta della versione con 128 GB può scegliere: su Amazon c’è la variante con processore AMD Ryzen 5 3580 a 999 anziché 1399 euro, mentre a 799,90 euro su Unieuro c’è il modello con processore Intel Core i5. Infine se volete qualcosa di più compatto, su MediaWorld trovate la versione da 13,5 pollici con 256 GB di memoria interna, a 999 anziché 1499 euro.

Come detto Surface Laptop 3 è un notebook particolarmente compatto e leggero ma anche molto elegante e curato nel design, con linee essenziali e stilizzate e un telaio in lega di alluminio. Nonostante le dimensioni contenute comunque il notebook offre anche una discreta espandibilità, grazie a 1 porta USB-C, 1 porta USB-A, un connettore jack per cuffie da 3,5 mm e 1 porta Surface Connect.

Lo schermo come detto ha una diagonale di 13,5 o 15 pollici con risoluzione rispettivamente di 2256 x 1504 e 2496 x 1664 pixel e supporto sia per il multitouch che per il pennino Microsoft, che ne espande la produttività soprattutto per chi svolge attività creative o di grafica. Nella stessa direzione va anche il supporto al Surface Dial, strumento che permette, tramite collegamento Bluetooth, di utilizzare dei controlli avanzati sul proprio dispositivo, come ad esempio l’accesso a strumenti di disegno, editing e molto altro ancora.

La piattaforma hardware sembra all’altezza della situazione. In questa configurazione proposta oggi infatti troviamo un processore quad core Intel Core i5 -1035G7 di decima generazione (la più recente) o, in alternativa AMD Ryzen 5 3580U con grafica integrata Intel Iris Plus, 8 GB di RAM e unità a stato solido da 128 o 256 GB per l’archiviazione dei dati, il tutto accompagnato da moduli Wi-Fi 6 compatibile con 802.11ax e Bluetooth 5.0 per le connessioni wireless e da una batteria in grado di garantire fino a 11,5 ore di autonomia.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Apple, corrette tre vulnerabilità su macOS, di cui una estremamente pericolosa

next
Articolo Successivo

Covid-19 realizzato in laboratorio? Facebook non la tratterà più come una fake news

next