Microsoft Surface Pro 7 è un dispositivo che negli ingombri di un tablet racchiude la potenza di un notebook di fascia alta, unendo così trasportabilità e versatilità. Al suo interno infatti è integrata un’ottima piattaforma hardware, inoltre all’occorrenza l’utente potrà anche decidere di acquistare separatamente la custodia con tastiera integrata e il pennino digitale, espandendone ulteriormente le capacità in ottica di una produttività ancor più elevata. Certo, tanta flessibilità d’uso ha un prezzo elevato, mitigato però dalle offerte di oggi. l’allestimento base con processore Intel Core i5, 8 GB di RAM e SSD da 128 GB è disponibile in offerta con uno sconto di 219,01 euro, che abbassa il prezzo dagli originali 1069 euro a 849,90 euro, sia su Amazon che su ePrice. Leggermente superiore invece il costo su Trony, a 869 euro.

Il Surface Pro 7 è un tablet con elegante chassis in lega di magnesio, leggero e compatto, ed un display PixelSense da 12,3 pollici di diagonale con risoluzione di 2736 x 1824 pixel, che è uno dei migliori del mercato per qualità della gamma cromatica riprodotta e risoluzione. La versione in offerta oggi prevede un processore Intel Core i5, affiancato da 8 GB di RAM e un’unità a stato solido da 128 GB dedicata all’archiviazione dei dati. L’autonomia dovrebbe attestarsi attorno alle 10 ore e mezza.

La dotazione è poi completata da moduli WiFi e Bluetooth e da un parco porte completo, che comprende due porte USB, di cui una USB-C, un connettore jack da 3.5 mm per cuffie, una Mini DisplayPort, lettore di memorie microSDXC e due porte proprietarie per l’espandibilità e il collegamento della TypeCover.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Google Chrome, un’estensione fingeva di essere Microsoft Authenticator ma rubava i dati degli utenti

next
Articolo Successivo

Microsoft, nei prossimi anni rivoluzione in arrivo per l’interfaccia di Windows 10

next