Apple iPhone SE è uno smartphone molto recente, una sorta di iPhone 11 “economico”, di cui però mantiene sostanzialmente tutto tranne il display. Si tratta quindi di un dispositivo assai appetibile, in grado di offrire ottime prestazioni rispetto al prezzo a cui viene proposto. Se è la colorazione rossa quella che volete, il prezzo migliore è su Amazon, dove è proposta a 479 anziché 549 euro. Allo stesso prezzo la variante nera potete acquistarla su Unieuro, mentre per la colorazione bianca sarà necessario qualche euro in più: MediaWorld infatti la propone a 483 euro.

Passiamo ora a vedere le caratteristiche tecniche dello smartphone, a partire dal display, un lcd IPS con diagonale di 4,7 pollici e risoluzione pari a 1334 x 750 pixel, che produce una buona densità, pari a 326 PPI. Sulla parte frontale fa poi ritorno il pulsante Home con Touch ID come sistema di autenticazione, soluzione ormai abbandonata da Apple già da tempo, ma molto gradita ai consumatori.

Per quanto riguarda il comparto fotografico se frontalmente troviamo una fotocamera da 7 Mpixel f/2.2, sul retro trova posto un singolo sensore da 12 Megapixel f/1.8 con zoom digitale 5X, in pratica la stessa soluzione presente sugli iPhone Xr. Porta Lightning e moduli Bluetooth 5.0, Wi‑Fi 6 802.11ax, GPS/A-GLONASS/BDS, NFC e dual SIM con eSIM completano poi la ricchissima dotazione.

Il sistema operativo è ovviamente iOS 13. Il dispositivo gode inoltre della certificazione IP67 che lo rende resistente all’acqua fino a un 1 metro di profondità per 30 minuti. La piattaforma hardware invece comprende il potente processore octa-core A13 Bionic, abbinato a 3 GB di RAM e 128 GB di spazio dedicato allo storage.

I moduli WiFi, Bluetooth, NFC e GPS con supporto alle reti A-GPS/GLONASS/Galileo/QZSS e la batteria da 1821 mAh infine dovrebbe garantire una maggior autonomia rispetto agli iPhone della precedente generazione.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

TeaBot, malware Android che minaccia di svuotarvi il conto in banca

next
Articolo Successivo

Clubhouse, ci siamo: l’app Android sarà disponibile in tutto il mondo tra una settimana

next