La Food and Drug Adminsitration americana ha dato il via libera all’uso del vaccino Pfizer-BioNtech sui bambini tra i 12 e i 15 anni. L’ok dell’ente di controllo americano sui farmaci permetterà di dare il via alle somministrazioni nelle scuole medie, con l’obiettivo di completarle prima dell’autunno.

Le due società lo scorso marzo avevano annunciato come dalla sperimentazione clinica il vaccino in questione era stato efficace al 100% su circa 2mila adolescenti. E non si tratta dell’unica novità annunciata dalla Fda: per il prossimo mese è infatti stato fissato un incontro per discutere l’eventuale autorizzazione della somministrazione dei vaccini ai bambini sotto i 12 anni.

Le vaccinazioni dei 12-15enni potrebbero iniziare non appena un comitato consultivo federale sui vaccini emetterà raccomandazioni per l’utilizzo del vaccino a due dosi: la decisione è prevista mercoledì. Vaccinare i bambini di tutte le età sarà fondamentale per tornare alla normalità. La maggior parte dei vaccini Covid-19 distribuiti in tutto il mondo sono stati autorizzati per gli adulti.

Il vaccino di Pfizer viene utilizzato in più Paesi per adolescenti di appena 16 anni e il Canada è stato recentemente il primo ad estenderne l’uso a 12 e oltre. Adesso tocca agli Usa.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Covid, Vaia (Spallanzani): “Sequenziate mutazioni ‘benigne’. Ceppo meno grave di quello prevalente in Italia”

next
Articolo Successivo

Covid, lo studio: “Chi non produce anticorpi entro i primi 15 giorni dal contagio rischia di sviluppare forme gravi della malattia”

next