Gravi minacce nei confronti del senatore del M5S Giovanni Endrizzi e della sua famiglia per il suo impegno contro il gioco d’azzardo. L’esponente grillino ha fatto sapere di aver depositato “denunce alle autorità competenti a tutela dei miei familiari e del diritto e dovere di difendere la libertà di pensiero, a protezione dei più deboli”. Endrizzi, coordinatore del gruppo di lavoro della Commissione parlamentare antimafia sugli interessi della criminalità organizzata nel settore dell’azzardo, è già stato vittima di minacce da parte delle lobby delle scommesse e del gioco d’azzardo. Gli hanno espresso solidarietà, tra gli altri, il ministro delle Politiche Agricole Stefano Patuanelli e quello degli Esteri Luigi Di Maio, che su twitter scrive: “Giovanni Endrizzi si è sempre impegnato con tutto se stesso contro il gioco d’azzardo patologico, e non saranno le gravi minacce di qualche vigliacco a fermarlo. A lui e alla sua famiglia va il mio sincero abbraccio e la mia solidarietà”.

“Con grande rammarico sono costretto a comunicare – ha spiegato il senatore – che da troppo tempo ricevo offese e minacce per il mio impegno pubblico contro il dilagare della piaga sociale ed economica del gioco d’azzardo patologico. Un vero e proprio tarlo della nostra società, che ogni anno sottrae ingenti risorse all’economia e getta letteralmente nel dramma tantissime famiglie”. Endrizzi ha ricordato inoltre “il rischio di un incremento vertiginoso della dipendenza è sempre lì, così come il forte interesse per il settore del crimine organizzato. Chi lavora al contrasto di questo fenomeno viene preso di mira”. E ha spiegato che di recente “le minacce, gravi, sono arrivate a coinvolgere anche la mia famiglia. Come padre, come politico e come Coordinatore del Comitato sui rapporti tra mafia e azzardo presso la Commissione Antimafia, ritengo sia sbagliato tollerare oltre: la misura è davvero colma“. Le minacce sono aumentate dopo aver partecipato a un webinar pubblico il 12 aprile su “Il contrasto al gioco d’azzardo nei comuni”. Al termine del seminario sia il senatore Endrizzi che il consigliere regionale M5S Luigi Piccirillo hanno ricevuto intimidazioni che includevano pure le loro famiglie.

Piena e incondizionata solidarietà” ha espresso l’avvocato Attilio Simeone, coordinatore del cartello “Insieme contro l’azzardo”, che ha approfittato dell’occasione per chiedere di “regolamentare il settore dell’azzardo di Stato dai contorni sempre più ambigui“. Simeone ricorda che il senatore Endrizzi “in questi anni ha portato avanti una battaglia non facile che lo ha visto discutere animatamente anche all’interno del M5s”. E invita i leader dei partiti di governo e di opposizione “a fare quadrato attorno ad una persona seria, comunque la si pensi politicamente. A lui e alla sua famiglia il mio personale abbraccio assicurandogli ogni sostegno”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Milano, Darsena e Navigli affollati nell’ultimo weekend di zona arancione: la polizia chiude gli accessi – Video

next
Articolo Successivo

25 Aprile, Gad Lerner racconta la vicenda di Aldo Costantini: “Da carabiniere si rifiutò di sparare sui partigiani. Venne arrestato e poi…”

next