Colpo di scena per i centri commerciali che per ora ancora non riapriranno nei fine settimana a differenza da quanto era previsto nella bozza del decreto sull’aggiornamento delle misure anti pandemia. Nel testo finale, arrivato in Gazzetta Ufficiale, non c’è più infatti il riferimento che compariva nelle bozze e che prevedeva la possibilità di aprire i centri commerciali, i parchi commerciali e le strutture analoghe nei fine settimana a partire dal 15 maggio. L’indicazione arriva dal presidente di Federdistribuzione, Alberto Frausin.

“E’ una scelta inaspettata e senza alcuna spiegazione”, afferma. “Prendiamo atto che la riapertura dei centri commerciali durante il fine settimana è stata cancellata, senza alcuna spiegazione – afferma Frausin – Non possiamo accettare che le aziende del commercio, che hanno sempre risposto con responsabilità durante tutte le fasi dell’emergenza pandemica, non abbiano una prospettiva certa sulla data di riapertura dei punti vendita, a differenza di tutti gli altri settori” . – “Occorre superare questa situazione – afferma Frausin – si possono mettere in campo tutte le misure necessarie, senza rassegnarsi a tenere chiuso. Chiediamo che la riapertura dei Centri commerciali e dei Parchi commerciali durante i fine settimana ritorni nell’agenda di Governo al più presto”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Nuovi colori delle Regioni: 14 in zona gialla dal 26 aprile. Cinque in arancione, solo la Sardegna resta in rosso

next
Articolo Successivo

Vaccini, accelerazione per il tedesco CureVac. Lo studio: con una dose Pfizer o AstraZeneca rischio contagio ridotto di quasi due terzi

next