A partire dall’8 aprile 2021 è stata vietata la vendita degli integratori e dei preparati che contengono derivati dell’idrossiantracene, tra i quali anche aloe-emodina ed emodina, che sono contenuti nella pianta dell’aloe e del rabarbaro. La Commissione europea, in base al principio di precauzione, ha così ufficializzato in un nuovo regolamento quanto stabilito nel 2018 dall’Autorità europea per la sicurezza alimentare (Efsa) che, dopo avere valutato la loro sicurezza, aveva dichiarato che queste sostanze possono danneggiare il Dna ed eventualmente causare il cancro quando vengono aggiunte agli alimenti.

Nel 2013 l’Agenzia aveva concluso che i derivati dell’idrossiantracene negli alimenti possono migliorare la funzionalità intestinale, ma ne aveva sconsigliato l’uso a lungo termine e il consumo a dosi elevate, in ragione di potenziali problemi di sicurezza. Successivamente la Commissione Ue aveva chiesto all’Agenzia di valutare la sicurezza d’impiego di questi ingredienti vegetali negli alimenti e fornire un parere sulla dose di assunzione giornaliera priva di effetti nocivi sulla salute.

Sempre nel 2013, sulla base dei dati allora disponibili, l’Efsa aveva dichiarato che alcuni derivati dell’idrossiantracene sono genotossici (possono, cioè, danneggiare il Dna) e dunque non era in grado di stabilire un limite di sicurezza giornaliero. Inoltre, in studi condotti su animali, alcune di queste sostanze hanno mostrato di provocare cancro all’intestino. L’Agenzia sottolineava poi che le sue valutazioni erano in linea con precedenti valutazioni delle fonti vegetali di tali sostanze effettuate da altri organismi europei e internazionali, tra cui l’Organizzazione mondiale della sanità, l’Agenzia europea dei medicinali e l’Istituto federale tedesco per la valutazione del rischio.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

L’auto del presidente Mario Draghi tampona un’autovettura: il premier scende per scusarsi

next
Articolo Successivo

Istat: “A marzo e aprile 2020 registrati 49mila morti in eccesso: +45% rispetto alla media. Per il 60% dovuti al Covid, ma è una sottostima”

next