In Italia oggi sono stati segnalati 16.168 nuovi casi di positività al coronavirus, frutto di 334.766 tamponi molecolari e antigenici processati. Il tasso di positività si attesta quindi al 4,8%, in aumento di 0,4 punti rispetto a ieri quando era stato del 4,4%. Il bollettino del ministero della Salute segnala inoltre altri 469 morti nelle ultime 24 ore. Continua il trend in calo dei ricoveri in ospedale: in area medica ci sono attualmente 26.369 persone positive, diminuite di 583 rispetto a martedì. In terapia intensiva ci sono 3.490 pazienti Covid, 36 in meno rispetto a ieri. I nuovi ingressi nei reparti di rianimazione sono stati 216. I casi attualmente positivi al coronavirus sono in totale 514.660, in diminuzione (-4560) anche grazie a 20.251 guariti e dimessi nelle ultime 24 ore. In totale i casi da inizio epidemia sono 3.809.193, i morti 115.557.

I contagi giornalieri registrati oggi sono maggiori rispetto a quelli accertati ieri (erano 13.447), ma soprattutto sono in aumento rispetto a una settimana fa: mercoledì scorso, infatti, con un numero di tamponi simile (339mila), furono accertati 13.708 nuovi positivi, ovvero 2.460 in meno rispetto ad oggi. Un primo segnale di una possibile nuova crescita dei contagi, che si registra a 10 giorni di distanza dal giorno di Pasqua: è ancora presto, però, per capire se ci sia una correlazione. Fortunatamente gli altri parametri sono ancora in miglioramento: una settimana fa, il 7 aprile, i ricoveri calavano solo di 21 unità rispetto al -583 registrato oggi e gli ingressi in terapia intensiva erano 60 in più (276 vs 216). Infine, mercoledì scorso si contavano 627 decessi.

È la Campania (in zona rossa) la Regione che oggi segnala il maggior numero di nuovi casi: 2.212. Segue la Lombardia che registra 2.153 casi, con oltre 5omila tamponi, ma anche 85 decessi. Gli altri aumenti rilevanti riguardano ancora Regioni del Sud: la Sicilia comunica 1.542 nuovi contagiati, in Puglia oggi su 13.647 test sono emersi 1.488 casi positivi (10,9% di incidenza), di cui 655 in provincia di Bari. Seguono sempre sopra mille casi il Piemonte con 1.439 (e 70 morti), il Lazio (1.230), la Toscana (1.168) e infine il Veneto (1.081).

Dopo alcuni giorni di flessione della curva epidemiologica, oggi in Puglia nonostante la zona rossa c’è stato un nuovo aumento dei contagi, mentre negli ospedali il numero di pazienti Covid resta sopra i duemila. Ma è nelle terapie intensive che la pressione continua a crescere, tanto che oggi si è registrato il picco di pazienti da inizio pandemia: 270, con 29 nuovi ingressi e un saldo di +8. E’ il primato tra le Regioni del Sud: la Sicilia ne conta 185 (oggi +9), la Campania 127. Contagi in risalita anche in Sardegna e in Calabria: in entrambe le Regioni è stata nuovamente superata la soglia dei 500 casi in 24 ore.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Vaccini, Rasi (ex direttore Ema): “Sospensione J&J? C’è un aereo che precipita e noi ci chiediamo se il paracadute abbia il buco”

next
Articolo Successivo

Vaccini, Pfizer anticipa 670mila dosi ad aprile. Figliuolo: “Il piano va avanti”. Ma le 500mila iniezioni al giorno restano lontane: i numeri

next