Sopra la città di Novgorod, in Russia, è andata in scena una spettacolare coreografia che racconta la storia della conquista dello spazio da parte dell’Unione sovietica. Cinquecento droni programmati al computer hanno sorvolato la città riproducendo i simboli dell’esplorazione spaziale russa: il primo satellite, il primo volo spaziale sovietico a bordo della navicella “Vostok” e la stazione spaziale internazionale. Lo spettacolo è stato allestito per celebrare il sessantesimo anniversario dalla missione di Yuri Gagarin, il cosmonauta sovietico e primo uomo a essere andato nello spazio.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Coronavirus, l’allarme dell’Oms: “Curva contagi sta crescendo, anche questa settimana oltre 4,4 milioni di nuovi casi segnalati”

next
Articolo Successivo

Il Giappone riverserà l’acqua contaminata di Fukushima nell’Oceano: “Rispetta standard”. Corea convoca l’ambasciatore

next