In una Roma blindata, con le vie del centro storico e dei palazzi – da Palazzo Chigi, fino a Montecitorio e Palazzo Madama – transennate e vigilate dalle forze dell’ordine schierate in tenuta anti sommossa, alcune centinaia di manifestanti si sono radunate a piazza San Silvestro intorno alle 14.30 per la manifestazione non autorizzata di “Io Apro“. “Se deve essere rosso deve esserlo per tutti, ci arrenderemo soltanto se ci sarà un lockdown totale. Invece così ci rimettiamo soltanto noi”, c’è chi spiega dalla piazza. E non mancano gli attacchi e i cori contro il governo Draghi e contro il ministro della Salute, Roberto Speranza. “Non è adeguato. I contagi sono rimasti costanti nonostante le chiusure”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Vaccini, De Luca vuole mettere tra le priorità anche le dosi per “i settori economici”. Figliuolo: “No alle deroghe, prima i fragili”

next
Articolo Successivo

Vaccini in Liguria, a rilento le somministrazioni nelle farmacie: “Mancano le dosi, ne facciamo meno della metà di quelle previste”

next