Un controllo avvenuto ieri sera alle 20 in via Bra da parte della volante del commissariato di Barriera Milano ha portato all’arresto di un cittadino albanese incensurato di 27 anni, per la detenzione di un ingente quantitativo di cocaina. Il giovane è stato sottoposto a controllo mentre stava per salire a bordo di un’auto; visti i poliziotti, il giovane si è allontanato e ha continuato a camminare verso corso Vercelli.

Fermato, il ventisettenne si è dimostrato molto nervoso e agitato: gli agenti lo hanno perquisito, trovandolo in possesso di 19200 euro, in parte nel portafoglio e in parte all’interno di un borsello che portava tracolla. Il giovane, che risulta disoccupato, non è riuscito a giustificare il possesso di denaro, limitandosi a dire che voleva acquistare un’auto in zona, senza però fornire il nominativo né il recapito telefonico del venditore a cui avrebbe dovuto dare la somma.

Da qui la decisione di perquisite l’abitazione, rinvenendo 33 panetti di cocaina purissima e alcune forme a parallelepipedo, oltre a materiale vario per il confezionamento delle dosi, tra le quali due bilance elettroniche di precisione, una pressa idraulica e un mixer. La sostanza rinvenuta ammonta a quasi 30 kg. Al dettaglio, avrebbe fruttato circa 2 milioni e mezzo di euro. Inoltre, nascosti nel letto, gli agenti hanno rinvenuto altri 28 mila euro. Ora è in carcere.

Oggi in Edicola - Ricevi ogni mattina alle 7.00 le notizie e gli approfondimenti del giorno. Solo per gli abbonati.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Caos vaccini a Monza, over 80 in coda al freddo e proteste dopo l’apertura della Moratti ai non prenotati: “Arrabbiati, decisioni alla carlona”

next
Articolo Successivo

Astrazeneca, Galli a La7: “Trombosi? Crisanti ha ragione. Sono purtroppo eventi attesi, le malattie non vanno in pensione mentre si vaccina”

next