Pasqua blindata in Liguria. Il presidente della Regione, Giovanni Toti, ha annunciato in conferenza stampa che sarà vietato trasferirsi nelle seconde case e sulle barche, che spesso sono usate come abitazioni, da mercoledì prossimo e fino al lunedì di pasquetta. Il governatore ha spiegato che l’ordinanza, che sarà firmata questa sera, riguarderà sia chi si reca nelle seconde case “da fuori regione” sia per i residenti in Liguria che vogliono spostarsi in un altro comune o in un’altra provincia “rispetto a quella in cui risiedono abitualmente”.

Toti ha sottolineato che il provvedimento è necessario per evitare un aumento dei contagi. “Riguarda anche le barche perché in molte località molti turisti usano le barche come casa”, ha precisato. La decisione, ha continuato, “la prendo a malincuore ma è necessaria” ha detto.

La Liguria non è la prima a prendere una decisione simile. Già la Toscana ha chiuso alla possibilità di andare nelle seconde case sia per i toscani che per chi viene da fuori a partire dal 22 marzo, così come la Val d’Aosta e le Marche, che però hanno chiuso solo ai non residenti.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Liguria, la protesta del parroco: non benedice gli ulivi dopo la decisione sulle coppie omosessuali. “Scelta per suscitare riflessione”

next
Articolo Successivo

Cremona, nell’ospedale dove si sperimentano le dosi del vaccino italiano Reithera: “Ecco come funzionano i test”. I volontari: “Massima fiducia”

next