“In questa riunione non stiamo discutendo di poltrone ma di contenuti. Noi siamo dell’idea che i temi su cui si troverà un’intesa devono essere scritti. Va preso un impegno davanti a tutti gli italiani”. Lo ha detto il senatore di Italia Viva, Davide Faraone, uscendo dal tavolo a Montecitorio per la pausa sanificazione alla Camera. Il parlamentare renziano ha risposto alle domande dei cronisti sul tavolo in corso a Montecitorio per arrivare a un patto per un nuovo esecutivo. “Nome di Conte? Chiudiamo il percorso dei contenuti e poi discutiamo di tutto il resto. Siamo qui per ragionare per trovare una sintesi. Troviamo un’intesa e poi tutto il resto va in discesa. C’è ancora una giornata, c’è tempo”

Oggi in Edicola - Ricevi ogni mattina alle 7.00 le notizie e gli approfondimenti del giorno. Solo per gli abbonati.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Emiliano nomina come consulenti alleati non eletti e il sindaco del Comune sciolto per mafia: critiche bipartisan al governatore

next
Articolo Successivo

Governo, Ruocco (M5s): “Conte fondamentale, è punto di sintesi e garanzia. È riuscito a ottenere i 209 miliardi per l’Italia”

next