Il solaio è venuto giù all’improvviso, travolgendo chi stava lavorando all’interno del capannone alle porte di San Michele Salentino, nel Brindisino. Uno è morto, mentre altri quattro sono stati estratti vivi dalle macerie e trasportati in ospedale in codice rosso.

Uno di loro è in condizioni giudicate molto gravi ed è in pericolo di vita. Sul posto sono intervenuti vigili del fuoco, personale del 118 e carabinieri. La zona, che si trova in contrada Ajeni, alle porte del paese, è stata interdetta al traffico per consentire le operazioni di soccorso.

Il capannone era in corso di realizzazione per ampliare una concessionaria di auto già esistente. A quanto si apprende la persona deceduta era il titolare della ditta edile che si stava occupando dei lavori, Franco Mastrovito, 49 anni di Ostuni. Le altre persone coinvolte sono operai. Le indagini sono state affidate ai carabinieri della compagnia di San Vito dei Normanni e allo Spesal della Asl di Brindisi, competente in materia di incidenti sul lavoro.

Ha collaborato Roberta Grassi

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Successivo

Coronavirus, 3 casi di variante brasiliana in Abruzzo: sono tutti membri di una famiglia rientrata dal Sud America

next