“La giunta lombarda conteggiava i guariti tra i positivi, alzando così l’RT. Più di una settimana fa lo avevamo denunciato con i nostri sindaci. Il cruscotto, cioè il Sistema di biosorveglianza per monitorare l’andamento territoriale dell’epidemia e le quarantene dei residenti, era in tilt”. Così la segretaria metropolitana del Pd Silvia Roggiani, che poi ha aggiunto: “A Segrate ieri il sistema riportava 504 segratesi positivi, oggi 102, a Cesano Boscone si è passati da 1400 a 72 in tre giorni, a Buccinasco in 24 ore da 244 a 64. Questo dimostra che i nostri dubbi erano fondati e che i sindaci avevano ragione. Adesso basta, la misura è colma. Basta con le menzogne, questa giunta deve ammettete di aver fallito e non continuare con questo indecente scaricabarile. Dopo i macroscopici errori sui vaccini antinfluenzali e anti-Covid e adesso con i dati, non è pensabile affrontare la fase delicata e complessa che ci attende con questa maggioranza, chiediamo a Fontana di dimettersi”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Lombardia arancione, la conferenza stampa di Attilio Fontana e Letizia Moratti. La diretta

next
Articolo Successivo

Lombardia zona rossa, quei 9mila casi ‘errati’. La Regione si difende: “Nessuna rettifica”. Speranza: “Dati non corretti e poi cambiati”

next