Il cardinale Crescenzio Sepe, arcivescovo di Napoli, è risultato positivo al Covid-19. Per questo motivo, fa sapere la Curia, sta osservando un periodo di isolamento. Al momento le sue condizioni di salute non destano preoccupazione. Il cardinale è asintomatico, non ha febbre né tosse, e osserverà il periodo di isolamento prescritto nel suo appartamento nel capoluogo campano.

Sepe è risultato positivo durante uno degli screening anti Covid a cui si sottopone periodicamente. Tra una decina di giorni è previsto un nuovo tampone per accertare l’eventuale negativizzazione. Il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, ha contattato il cardinale non appena ha saputo della sua positività, per sincerarsi del suo stato di salute e per augurargli, a nome della città, una completa e rapida guarigione.

Oggi in Edicola - Ricevi ogni mattina alle 7.00 le notizie e gli approfondimenti del giorno. Solo per gli abbonati.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Il quotidiano tedesco Die Welt: “Sui vaccini Italia davanti a tutti, stacca anche la Germania”

next
Articolo Successivo

Sci, l’Alto Adige ignora le preoccupazioni del Cts: “Da lunedì impianti aperti per i residenti”

next