“Fino a ieri notte sono state somministrate circa 800mila dosi, una soddisfazione per tutti vedere che oggi siamo i primi tra i paesi dell’Unione europea per somministrazione dei vaccini anti-Covid”. È quanto ha sottolineato ilministro della Salute, Roberto Speranza, in Aula, alla Camera dei deputati, durante la sua informativa sulle misure anti-Covid. “Ora sappiamo che il Covid ha i mesi contati e con i vaccini sconfiggeremo questo virus”. “Siamo ragionevolmente fiduciosi che un aumento delle dosi disponibili avverrà in tempi non lunghi, Ema e Aifa non perderanno neanche un giorno nel loro lavoro”, ha assicurato Speranza. Per poi ricordare come che nel primo trimestre 2021 sia “attesa l’autorizzazione anche del vaccino di Johnson & Johnson“, dopo quella attesa nelle prossime settimane del vaccino Astrazeneca, oltre che ricordare “i risultati molto incoraggianti” del vaccino italiano ReiThera.

Memoriale Coronavirus

Oggi in Edicola - Ricevi ogni mattina alle 7.00 le notizie e gli approfondimenti del giorno. Solo per gli abbonati.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Sondaggi, per il 73% degli intervistati Renzi ha aperto la crisi “per interessi personali”. E per la maggioranza Conte deve restare

next
Articolo Successivo

Renzi, il fatidico giorno è qui: era ora!

next