La scuola in Alto Adige riprenderà il 7 gennaio con la novità della didattica in presenza alle scuole superiori fino al 75%. Molti istituti rimarranno al 50% ma dovranno rispettare la disposizione di non spezzare le classi. Previsti test antigenici mirati per docenti e studenti, analisi salivari e la grande novità: la presenza dei cani anti-Covid agli ingressi di alcuni istituti. La fiducia nell’esperimento è tanta, anche se non sono mancati i pareri discordanti (secondo alcuni esperti, l’addestramento dei cani sarebbe stato troppo rapido). In ogni caso la giunta provinciale è pronta a proporlo nelle scuole.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Udine, le ruspe dei vigili del fuoco in azione contro i muri di neve a Sappada – Video

next
Articolo Successivo

Vaccino italiano, la presidente di Reithera spiega i dati: “Puntiamo a produrre 100 milioni di dosi all’anno, ma fondamentali investimenti”

next