La scuola in Alto Adige riprenderà il 7 gennaio con la novità della didattica in presenza alle scuole superiori fino al 75%. Molti istituti rimarranno al 50% ma dovranno rispettare la disposizione di non spezzare le classi. Previsti test antigenici mirati per docenti e studenti, analisi salivari e la grande novità: la presenza dei cani anti-Covid agli ingressi di alcuni istituti. La fiducia nell’esperimento è tanta, anche se non sono mancati i pareri discordanti (secondo alcuni esperti, l’addestramento dei cani sarebbe stato troppo rapido). In ogni caso la giunta provinciale è pronta a proporlo nelle scuole.

Memoriale Coronavirus

Oggi in Edicola - Ricevi ogni mattina alle 7.00 le notizie e gli approfondimenti del giorno. Solo per gli abbonati.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Udine, le ruspe dei vigili del fuoco in azione contro i muri di neve a Sappada – Video

next
Articolo Successivo

Vaccino italiano, la presidente di Reithera spiega i dati: “Puntiamo a produrre 100 milioni di dosi all’anno, ma fondamentali investimenti”

next