Emmanuel Macron esce dall’isolamento. Dall’Eliseo fanno sapere che, a una settimana dalla diagnosi di positività al coronavirus, il presidente francese non mostra più i sintomi del Covid e può quindi uscire dalla quarantena.

Il Capo dello Stato, dopo essere entrato in isolamento all’Eliseo, ha deciso di portare avanti il suo periodo di stop all’interno della residenza presidenziale a Versailles, anche se dal suo entourage hanno subito fatto sapere che, nonostante i lievi sintomi, il presidente avrebbe continuato a svolgere i propri compiti da remoto.

Secondo quanto trapelato da fonti presidenziali, si pensa che il contagio del presidente francese sia avvenuto nel corso del vertice europeo della prima settimana di dicembre. Per questo numerosi capi di Stato e di governo, tra cui lo spagnolo Pedro Sanchez, il portoghese Antonio Costa e il lussemburghese Xavier Bettel, oltre al presidente del Consiglio Ue, Charles Michel, avevano deciso di mettersi in isolamento precauzionale. Mentre poche ore dopo l’annuncio di Parigi, anche il primo ministro Slovacco, Igor Matovic, era risultato positivo al test.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili