Attualità

Caso Genovese, parla una modella: “Terrazza sentimento? Ho visto di peggio, un prete in un threesome, cocaina sul pube… Ovunque, anche in provincia”

E' Fanpage.it ha pubblicare le parole di Giulia Napolitano, modella 21enne che fa la ragazza immagine a feste private

di F. Q.

È Fanpage.it a pubblicare le dichiarazioni della giovane modella Giulia Napolitano: “Una volta, in una bellissima villa romana di proprietà di una ex escort, ho visto un prete che aveva messo in fila tre ragazze nude sul letto e ognuna di loro aveva una striscia di cocaina sul pube. Il resto si può immaginare. Ne ho visto un altro che faceva un threesome, un trio con due ragazze, e non si è fermato neppure quando sono passata nella stanza per andare in bagno. Se faccio i nomi mi ammazzano”. La modella, sentita da Fanpage.it, lavora come ragazza immagine a feste private e il sito l’ha rintracciata nell’ambito delle ricerche sul caso Alberto Genovese: “Preferisco non parlare di Terrazza sentimento perché le feste di Genovese non erano il top in circolazione. Ha fatto una cosa orribile e deve pagare per quello che ha fatto ma feste come la sua ci sono in tutta Italia. C’è di peggio. Vi assicuro che di party come i suoi è piena l’Italia, ne ho visti uguali a Milano, a Roma, in Sicilia, in Sardegna, in campagne di paesini sperduti”. Napolitano racconta anche come funziona il suo lavoro: “Ti danno 150, 200 euro in base a quanto resti, in base a che festa sei… Non sei tenuta a fare uso di sostanze, però devi consegnare il telefono all’entrata. Mi sono comprata un altro cellulare che tenevo nelle mutande, nel reggiseno o negli stivali alti. Io non ho mai ceduto a proposte, una volta una persona mi ha offerto 15 mila euro per il lato b”.

Caso Genovese, parla una modella: “Terrazza sentimento? Ho visto di peggio, un prete in un threesome, cocaina sul pube… Ovunque, anche in provincia”
Precedente
Precedente
Successivo
Successivo

Gentile lettore, la pubblicazione dei commenti è sospesa dalle 20 alle 9, i commenti per ogni articolo saranno chiusi dopo 72 ore, il massimo di caratteri consentito per ogni messaggio è di 1.500 e ogni utente può postare al massimo 150 commenti alla settimana. Abbiamo deciso di impostare questi limiti per migliorare la qualità del dibattito. È necessario attenersi Termini e Condizioni di utilizzo del sito (in particolare punti 3 e 5): evitare gli insulti, le accuse senza fondamento e mantenersi in tema con la discussione. I commenti saranno pubblicati dopo essere stati letti e approvati, ad eccezione di quelli pubblicati dagli utenti in white list (vedere il punto 3 della nostra policy). Infine non è consentito accedere al servizio tramite account multipli. Vi preghiamo di segnalare eventuali problemi tecnici al nostro supporto tecnico La Redazione