Sessantaquattro dipendenti positivi al Covid su un totale di 551 e altri 20 “in attesa di referto”. È quanto emerge dall’ultimo bollettino del Pio Albergo Trivulzio di Milano, attualmente al centro di un’inchiesta della Procura di Milano per quanto successo durante la prima ondata dell’epidemia di coronavirus, quando la struttura fece registrare un’alta percentuale di contagi e decessi tra i pazienti.

L’azienda spiega che, anche “in considerazione dei falsi positivi risultati tra i pazienti, sta provvedendo” a sottoporre a “nuovo tampone anche il personale asintomatico risultato positivo” entro domani. Sulle quasi 900 persone ricoverate in degenza presso la struttura al momento i casi positivi accertati sono 7, ma nelle scorse settimane ci sono stati almeno 45 casi di falsi positivi, poi risultati negativi.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

MANI PULITE 25 ANNI DOPO

di Gianni Barbacetto ,Marco Travaglio ,Peter Gomez 12€ Acquista
Articolo Precedente

Il Museo della Scienza di Milano si trasforma in ambulatorio privato per le vaccinazioni: “Qui anche tanti over 65”. “Mesi di attesa con l’Ats”

next
Articolo Successivo

Covid-19, è positivo l’autista del presidente della Repubblica Sergio Mattarella

next