Dormire con addosso le cuffie non è semplice, perché anche gli auricolari in-ear più compatti risulteranno scomodi una volta appoggiati sul cuscino, suscitando dolori alle orecchie, ma Kokoon ha realizzato i NightBuds, auricolari wireless super sottili (secondo il produttore i più sottili al mondo), pensati appositamente per conciliare il sonno. Disponibili con la partecipazione alla campagna Kickstarter lanciata da Kokoon, i NightBuds arrivano sul mercato come successori del primo modello di cuffie dedicate al sonno, presentate dall’azienda nel 2015.

I Kokoon NightBuds sono sottili solamente 5,4 mm, aggiudicandosi il primato di auricolari in-ear più sottili al mondo, e funzionano in coordinazione con un’applicazione sullo smartphone per prendersi cura di voi mentre dormite. Sviluppate in collaborazione col più grande laboratorio del sonno d’Europa, i NightBuds adattano automaticamente l’audio man mano che chi le indossa si addormenta, fornendo poi statistiche e consigli specifici per migliorare il proprio sonno.

I NightBuds permettono la riproduzione della propria sorgente audio preferita e supportano anche audiolibri o podcast. In maniera completamente automatica ed intelligente, questi auricolari sono in grado di riconoscere quando l’utente sta per prendere sonno, abbassando gradualmente il volume e fermando la riproduzione a tempo debito. È possibile persino riprendere l’ascolto il giorno successivo ripartendo dal punto in cui ci si era fermati la notte precedente.

Gli auricolari utilizzano la tecnologia Sleep Coaching di Kokoon e monitorano il sonno tramite PPG e accelerometri per fornire approfondimenti personalizzati e raccomandazioni specifiche per l’utente. Applicando la Terapia Cognitiva Comportamentale per l’Insonnia (CBT-I), ampiamente riconosciuta come il trattamento più efficace per aiutare gli utenti del sonno, gli utenti avranno accesso ad un coaching personalizzato basato sull’intelligenza artificiale, che dispenserà consigli in base al loro tipo di sonno.

“All’interno dell’app gli utenti possono creare il proprio Kokoon, un coinvolgente palcoscenico binaurale 4D attraverso il quale gli ascoltatori possono sperimentare incredibili audio rilassanti”, spiega il produttore. “Dall’interno di questo spazio virtuale possono godersi il proprio audio per scoprire un’esperienza completamente nuova”.

Commenti - Non perdere ogni mattina gli editoriali e i commenti delle firme Fatto Quotidiano.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Successivo

Estensioni che bloccano le pubblicità sul web: attenzione a nanodefender, è un malware e va disinstallato

next