Essenzialmente, l’app di YouTube è sempre uguale a prescindere dalla piattaforma TV che la ospita. Questo tuttavia da alcuni giorni non è più vero. Google ha infatti deciso di effettuare un restyling dell’interfaccia, ma esclusivamente su Android TV e Fire TV, almeno per il momento.

Nelle ultime due settimane circa, il popolare sito di streaming video ha effettuato una modifica lato server, come sempre avviene per le app targate Google, che ha cambiato l’aspetto dell’interfaccia utente del lettore video. La novità principale, ma non la sola, è il mantenimento del video in primo piano anche quando l’utente richiama la barra di ricerca.

Foto: Depositphotos

Altre modifiche decisamente minori e volte ad aumentare la fruibilità dei contenuti, riguardano ad esempio dimensioni e posizione del titolo del video, che ora non è più grande e posizionato sopra la barra di ricerca, ma molto più piccolo e nella parte superiore dello schermo. L’interfaccia inoltre è stata ulteriormente ripulita nascondendo la maggior parte degli elementi dell’interfaccia utente supplementari, che sono ora raccolti nel tipico pulsante coi tre pallini in verticale, già presenti anche nella versione precedente, anche se i pulsanti stessi sono ora di dimensioni minori.

Stranamente però questa modifica dell’interfaccia utente elimina completamente i pulsanti di riproduzione / pausa e skip, lasciando agli utenti solo la barra di ricerca e una banda di video consigliati, disponibili scorrendo verso il basso. YouTube aveva ovviamente già apportato diverse modifiche alla propria interfaccia TV in passato, ma questa è sicuramente una delle più grandi effettuate fino ad oggi. Il roll out della nuova interfaccia sarà come sempre progressivo e richiederà dunque anche diverse settimane prima di apparire a tutti. Per il momento infine la modifica è attiva solo su Android TV e Fire TV, ma è probabile che presto si espanda anche ad altre piattaforme.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

RIVOLUZIONE YOUTUBER

di Andrea Amato e Matteo Maffucci 14€ Acquista
Articolo Precedente

Garmin Venu Sq e Venu Sq Music Edition, smartwatch completi ed eleganti

next
Articolo Successivo

Twitter, presto arriveranno i messaggi vocali

next