DJI, azienda cinese nota per i suoi droni, ha presentato OM 4: il gimbal per smartphone arrivato alla quarta generazione che permette di registrare video fluidi e stabili. Lo stabilizzatore video rappresenta una naturale evoluzione del modello precedente, OSMO Mobile 3, dal quale riprende gran parte delle caratteristiche tecniche. C’è però una novità importante: il sistema di aggancio magnetico che permette di attaccare e staccare molto più facilmente lo smartphone a OM 4.

Con questa soluzione, la società ha risolto uno dei punti critici del modello precedente. Sono due le soluzioni: morsetto o anello, entrambi magnetici. Nel primo caso, parliamo di una molletta che abbraccia lo smartphone ma che – a differenza dei predecessori – può essere staccato dal corpo principale. L’anello magnetico invece va attaccato al cellulare ed è simile a quelli che siamo abituati a utilizzare per poggiare – a una certa inclinazione – lo smartphone su un piano.

Per il resto, a livello estetico e costruttivo non ci sono grandi novità. Resta compatto e pieghevole, perfetto per essere trasportato e riposto in uno zaino. DJI OM 4 offre una durata della batteria di ben 15 ore ed è anche possibile usarlo per ricaricare altri dispositivi, grazie alla presenza di una porta USB. Il gimbal è compatibile con la maggior parte degli smartphone attualmente presenti sul mercato.

Uno dei punti di forza di OM 4 è l’applicazione DJI Mimo, piena di tantissime funzionalità per video più professionali. È stata ulteriormente migliorata una delle funzionalità chiave, ovvero l’auto-tracking dei soggetti che segue l’elemento selezionato lasciandolo sempre al centro dell’inquadratura. Una novità interessante si chiama Dynamic Zoom. In pratica, lo stabilizzatore regola automaticamente lo zoom ricreando lo sfondo classico dei film di Hitchcock. Non solo video. Ci sono funzionalità pensate per scatti creativi e per catturare i migliori panorami. DJI OM 4 è già disponibile all’acquisto al prezzo di 149 euro includendo il supporto per l’anello magnetico, il morsetto magnetico, la custodia per il trasporto e il treppiede.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

PocketBook Color, l’eReader a colori perfetto per leggere i fumetti

next
Articolo Successivo

Android, si chiama ShakeAlert e a pochi secondi dai terremoti potrebbe salvare vite. Ecco cos’è

next