In Africa è stato eradicato l’ultimo ceppo rimasto della polio, e così il continente è libero dal poliovirus selvaggio. “Un risultato incredibile e un motivo di celebrazione di cui c’era tanto bisogno”, ha detto il direttore generale dell’Organizzazione mondiale della sanità (Oms), Tedros Adhanom Ghebreyesus, annunciando la notizia che è “un altro trionfo della salute pubblica”.

“L’infrastruttura costruita e le lezioni apprese attraverso lo sforzo di eradicazione della polio sono strumenti vitali che i paesi” dell’area “devono applicarsi alle molte altre sfide sanitarie da affrontare e al rafforzamento dei sistemi sanitari per progredire verso l’obiettivo ‘Health For All’”, ha aggiunto il direttore dell’Oms, che ha annunciato la notizia all’incontro virtuale organizzato fra i ministri della Sanità e i rappresentanti dei Paesi africani per la settantesima sessione del Comitato regionale Oms per l’Africa, organo decisionale dell’Agenzia Onu nella regione. Il Comitato regionale si riunisce una volta l’anno – in tempi di pandemia per la prima volta online e con un programma abbreviato – per discutere di politiche, attività e piani finanziari riguardanti la salute.

Due dei tre ceppi del virus della polio selvaggia sono stati eradicati in tutto il mondo. Ora l’Africa viene dichiarata indenne dall’ultimo ceppo rimasto. A certificarlo un organismo indipendente, la Commissione regionale per la certificazione dell’Africa. Più del 95% della popolazione è stata immunizzata. Nel continente rimane solo la polio derivata dal vaccino, una forma rara del virus che muta dal vaccino antipolio orale e può diffondersi a comunità ‘sotto-immunizzate’. Secondo quanto riporta la Bbc online, l’Oms ha identificato alcuni di questi casi in Nigeria, Repubblica democratica del Congo, Repubblica Centrafricana e Angola.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, accessibile a tutti.
Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte con idee, testimonianze e partecipazione.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

L’università di Hong Kong: “Documentato primo caso di reinfezione da Covid. Un paziente è stato contagiato due volte”

next