Giro di nomine per le prefetture di alcune città italiane. Il Consiglio dei ministri, su proposta della titolare del Viminale Luciana Lamorgese, ha dato il via libera all’incarico di Matteo Piantedosi come nuovo prefetto di Roma. Un nome non nuovo il suo, dal momento che a partire dal 2018 ha ricoperto il ruolo di capo di gabinetto del Viminale e ha affiancato l’allora ministro Salvini nella gestione dei migranti (tanto che è stato inizialmente indagato insieme lui sia per il caso Diciotti che per Open Arms). A Massa Carrara va Claudio Ventrice, Luca Rotondi a Nuoro. Passa invece dalla prefettura di Livorno a quella di Cagliari Gianfranco Tomao, mentre al suo posto nella città toscana va Paolo D’Attilio.

Il nome più pesante resta quello di Piantedosi: napoletano, 57 anni, è stato prefetto di Bologna e Lodi prima di arrivare a Roma nello staff del ministero degli Interni. Qui ha visto succedersi prima Matteo Salvini, a capo del Viminale fino alla crisi di governo causata dallo stesso leghista nell’agosto scorso, e poi l’attuale ministra Luciana Lamorgese. Dalle sue mani sono passati i dossier più scottanti della gestione leghista dell’immigrazione, compresi i decreti sicurezza che la nuova maggioranza vorrebbe modificare. Nella prefettura della Capitale prenderà il posto di Gerarda Pantalone, appena andata in pensione, a cui sono andati gli auguri dell’esecutivo e delle autorità locali. Al Viminale, invece, arriva Bruno Frattasi che lascia la direzione dell’Agenzia nazionale per l’amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata al dott. Bruno Corda, ex prefetto di Cagliari.

“Pronti a collaborare per il bene dei cittadini”, aveva twittato già ieri in mattinata la sindaca di Roma Virginia Raggi. Auguri di buon lavoro a Piantedosi sono arrivati dal presidente della Regione Lazio e segretario del Pd Nicola Zingaretti, così come dalla forzista Anna Maria Bernini che lo definisce “un autentico servitore dello Stato, un uomo di grandissima esperienza e professionalità”. Parole condivise pure da Salvini, dalla deputata leghista Barbara Saltamartini e da Luciano Nobili di Italia Viva. “Esperienza, competenza senso delle istituzioni lo contraddistinguono e saranno per la Capitale una assoluta garanzia. A lui i migliori auguri di buon lavoro da parte mia e di Fratelli d’Italia”, ha dichiarato la presidente di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni, a testimonianza dell’apprezzamento super-partes per il neo prefetto della Capitale.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

SALVIMAIO

di Andrea Scanzi 12€ Acquista
Articolo Successivo

Lite con Salvini, lo sfogo dell’ex vicesindaca dem: “Minacce social e pressioni della Lega per le mie dimissioni”. E sul Pd: “Nessuno mi è stato vicino”

next