“Un ponte sobrio, forte”. Com’è nel carattere dei genovesi. Renzo Piano – architetto e senatore a vita – descrive così, in un’intervista alla Stampa, il nuovo ponte ‘Genova San Giorgio’, costruito sulle macerie del Morandi crollato due anni fa. “Fatto di acciaio, ma forgiato nel vento – ha detto, spiegando l’ispirazione del suo progetto – per questo mi viene in mente la poesia di Giorgio Caproni, Genova“. Il poeta livornese si trasferì nel capoluogo ligure all’età dei dieci anni insieme alla famiglia nel 1922: lì completò gli studi e lì pubblicò le prime raccolte di versi con l’editore Emiliano degli Orfini. Caproni considerò Genova sempre la “sua” città: “Là sono uscito dall’infanzia, là ho studiato, son cresciuto, ho sofferto, ho amato – raccontò in seguito – Ogni pietra di Genova è legata alla mia storia di uomo. Questo e soltanto questo, forse, è il motivo del mio amore”. La poesia che cita Renzo Piano è un collage di ricordi e sensazioni legati alla liguria: “Genova mia città intera – recitano i primi versi – Geranio. Polveriera. Genova di ferro e aria, mia lavagna, arenaria. Genova città pulita, brezza e luce in salita“. E proprio alla luce anche l’architetto Piano ha dedicato una speciale attenzione: “È anche un ponte che gioca con la luce – ha ricordato durante l’intervista alla stampa – Nelle ultime sere mi sono fermato a guardare l’effetto sulla chiglia della nave, sui piloni che vengono accarezzati dalla luce. Per questo lancio un messaggio accorato: amiamolo, fatelo vostro“.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

“Now is a Mot*** Fuck** burger”: la campagna vegetariana che fa discutere la Gran Bretagna

next
Articolo Successivo

Coronavirus, “a Panarea chiusura dei due locali più noti causa assembramenti”

next