La chef stellata Patrizia Di benedetto è stata arrestata in flagrante per furto di luce. La donna, titolare del “Bye bye blues”, uno dei ristoranti più conosciuti di Mondello, a Palermo, è stata posta ai domiciliari e condannata ad un anno con sospensione della pena. A riportare la notizia è il Giornale di Sicilia che racconta come la chef sia stata colta in flagrante dai carabinieri con un magnete piazzato sul contatore Enel, escamotage per ridurre il conteggio dei consumi di energia elettrica, in grado di ridurli fino al 50 per cento e oltre.

È accaduto venerdì sera: Patrizia Di Benedetto è stata posta agli arresti domiciliari al termine della serata di lavoro presso il suo ristorante. La chef ha scelto di essere processata con il patteggiamento e si è avvalsa della facoltà di non rispondere. Il giudice l’ha condannata ad un anno, pena sospesa, ma ora proseguiranno gli accertamenti per stabilire la reale entità del furto di energia perpetrato con il suo ristorante.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Botte tra Guardie e valletti di Buckingham Palace, diversi feriti: la rissa che imbarazza la regina Elisabetta

next
Articolo Successivo

Turista austriaco rompe una statua di Canova mentre si fa un selfie: identificato grazie alle telecamere e alla prenotazione del biglietto

next