Gli eurodeputati della Lega e di Fratelli d’Italia hanno votato contro uno risoluzione del Parlamento europeo che condanna fermamente “l’atroce morte” di George Floyd e ogni forma di razzismo, odio e violenza, oltre ad affermare che ‘Black Lives Matter’. A favore della risoluzione gli europarlamentari del Pd, del M5S, di Forza Italia e di Italia Viva.

Fonti della Lega parlano di “numerose perplessità sulla proposta di risoluzione, che presenta molti obiettivi utopici e che rappresenta” a loro detta “una realtà distorta”. Inoltre criticano un presunto paragone tra la situazione degli Usa e quella nella Ue e “non condividono le prese di posizione e le strumentalizzazioni per attaccare indiscriminatamente i rappresentanti delle forze dell’ordine, il presidente Usa e forze politiche che esprimono pareri critici rispetto alla gestione dei fenomeni migratori“.

La risoluzione è stata adottata con 493 voti favorevoli, 104 contrari e 67 astensioni. I deputati invitano il governo e le autorità Usa ad adottare misure risolute per affrontare il razzismo e le disuguaglianze strutturali. Inoltre condannano la repressione da parte della polizia Usa dei manifestanti pacifici e giornalisti e deplorano la minaccia del presidente Trump di dispiegare l’esercito, nonché la sua “retorica incendiaria“.

Il Pe afferma che nelle nostre società razzismo e discriminazione non sono ammessi e chiede all’Ue di adottare una posizione forte e decisa. Nel testo si legge che è necessario porre fine a qualsiasi forma di razziale o etnica nell’ambito dell’applicazione del diritto penale, delle misure antiterrorismo e dei controlli sull’immigrazione.

Tutte argomentazioni che non piacciono a Lega e FdI: “Pensiamo che sia un tema di diritti civili trasversali, stravolto da una campagna mediatica che ha fomentato fenomeni di violenza e vandalismo ingiustificato, che dobbiamo condannare, contro simboli e rappresentazioni della storia europea e mondiale”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

La Bce ha elargito l’ennesima pioggia di soldi alle banche, ma non ai cittadini

next
Articolo Successivo

Parlamento Ue contro il premier ceco Babis: “Bene la riapertura delle indagini sull’uso improprio dei fondi Ue” destinati all’azienda di cui è fondatore. E critica la Commissione: “Il sistema di verifica è opaco”

next