È stata lanciata come annunciato alle 15.22 ora locale (le 21.22 in Italia) da Cape Canaveral con due astronauti a bordo la capsula Crew Dragon della SpaceX; dopo 9 anni gli Stati Uniti ritrovano la capacità di portare uomini in orbita grazie ai privati. Lanciata per conto della Nasa dall’azienda di Elon Musk, la capsula sta portando verso la Stazione Spaziale i veterani della Nasa Doug Hurley (54 anni) e Bob Behnken (50) nella missione Demo2, che apre la via ai voli di serie della Crew Dragon.

Il lancio è avvenuto dalla storica rampa 39/A del Kennedy Space Center dalla quale sono partite le missioni Apollo dirette alla Luna e quelle dello Space Shuttle che hanno permesso di costruire la Stazione Spaziale. A breve è atteso il rientro a Terra del primo stadio del razzo Falcon 9 della SpaceX, che con questa missione ha affrontato l’ottavo lancio dall’inizio del 2020. Nel frattempo la capsula prosegue il suo viaggio che, a circa 20 minuti dal lancio, la porterà a sorvolare l’Italia, dove per un paio di minuti sarà ben visibile come un puntino luminoso dalle regioni del Nord-Est.

L’arrivo alla Stazione Spaziale è previsto dopo circa 20 ore e la manovra di aggancio è attesa alle alle 16,27 del 31 maggio; poco più di due ore dopo, alle 18,45, è prevista l’apertura del portello. Ad accogliere Hurley e Behnken a bordo della Stazione Spaziale ci saranno l’americano Chris Cassidy e i russi Anatoli Ivanishin e Ivan Vagner.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Crew Dragon di Space X, conto alla rovescia per lancio della navicella. La diretta della Nasa

next