Dai villaggi turistici in cui faceva l’animatore, fino al palco dell’Ariston e agli ‘one man-show’ in prima serata: oggi Rosario Fiorello compie sessant’anni, come lui stesso ha ricordato, scherzando, all’inizio del lockdown. “Cari sessantenni, so che pensavate di essere ancora giovani e invece no, rientriamo nella categoria a rischio…” Un vero e proprio animale da palcoscenico che ha conquistato ogni piattaforma con la sua energia contagiosa: dalla radio alla tv, dalla web tv (come Viva Rai Play, in streaming) ai social (ha anche un profilo su TikTok). Conduttore, cantante, imitatore: nel suo lungo, camaleontico curriculum c’è anche una comparsata al cinema, con un piccolo ruolo in Il Talento di Mr Ripley. Oggi per lui arrivano gli auguri e l’abbraccio del web: “Sei il più grande uomo di spettacolo dopo il Big bang!”, scrive Jovanotti citando il titolo di una sua canzone.

“Buon compleanno Fiorello. Il più bravo il più bello il più Fiorello! ti vogliamo bene Rosario! – scrive il cantautore toscano il un tweet – Sei il più grande uomo di spettacolo dopo il big bang! Ma sei pure il mio amico Fiore e tutte le aiuole del mondo oggi ti festeggiano!”. Anche Laura Pausini gli ha dedicato un pensiero, ricordando però che anche lei, oggi, spegne 46 candeline: “Oltre che di Fiorello oggi è anche il compleanno di Laura Pausini“. Anche Radio1 si unisce al coro, rimandando in onda la sua intervista in occasione dell’ultimo Festival: “Auguri Fiorello! Lo showman italiano per eccellenza oggi spegne 60 candeline. A Sanremo 2020 ci ha raccontato il suo Sanremo del cuore”. Tra i tanti auguri arrivati anche quelli della cantante Giorgia, che ha più volte duettato con Fiorello sul palco, e quelli della Polizia di Stato, doppi, anche per Baglioni: “Buon compleanno a Claudio Baglioni e Fiorello. Due grandi artisti, amici della Polizia di Stato. Da sempre al nostro fianco in tanti progetti di musica e legalità. Auguri”

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Quando l’entusiasmo per le riaperture delle Messe è alle stelle: il coro da stadio del parrocco nella chiesa di Genova

next
Articolo Successivo

Alda D’Eusanio si sfoga sui social: “400 euro di multa al bar perché avevo la mascherina rotta…Trattata come se fossi venuta per fare la rapina”

next