“Sono uscita di casa per prendere un cappuccino e tre agenti della Guardia di Finanza mi circondano perché la mia mascherina si era rotta. Mi stanno facendo una sanzione amministrativa, ritenendo che io sia probabilmente una delinquente”. In un video pubblicato su Instagram la giornalista e conduttrice Alda D’Eusanio si sfoga per una multa: 400 euro per avere la mascherina non agganciata alla nuca, perché, dice mostrando l’elastico spezzato, si era rotta. “Un cittadino ora non è più nemmeno libero di uscire di casa e prendere un caffé e si ritrova agenti che lo multano e lo sanzionano per il semplice fatto che non si è portata dietro una scorta di mascherine”.

Gli agenti l’hanno fermata di mattina, in un bar del centro di Roma mentre prendeva la colazione da asporto. perché aveva la mascherina non correttamente indossata poiché si era rotta. Nel video si sentono i finanzieri continuare a parlare con la D’Eusanio: “Signora, si metta nei nostri panni, dobbiamo fare i controlli“. Ma lei va avanti spedita “Le forze dell’ordine devono proteggerci, non spaventarci”. Poi, al termine di un lungo video, si rivolge direttamente al comandante generale della Guardia di Finanza: “Le sembra rispettoso dei cittadini, le sembra normale, che in un momento come questo ci siano agenti della Guardia di Finanza sguinzagliati in giro a vessare noi normali e onesti cittadini? Non appartengo alla mafia, non ci sono state denunce per me”.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Aldadeusanioofficial (@aldadeusanioofficial) in data:

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Fiorello, lo showman compie 60 anni. Tanti gli auguri sui social, da Giorgia a Jovanotti: “Il più grande uomo di spettacolo dopo il Big bang!”

next
Articolo Successivo

Morto Fred Willard, attore di Tutti amano Raymond, Beautiful e Modern Family. Jimmy Kimmel: “Nessuno più dolce e spassoso di lui”

next