Telegram, la popolare app di instant messaging alternativa a WhatsApp, si è aggiornata sia su Android che su Apple iOS alla versione 6.0.1, introducendo una nuova funzione che migliorerà sicuramente l’esperienza d’uso di molti utenti: le cartelle. Con queste sarà infatti possibile organizzare meglio le proprie chat, separando quelle lavorative da quelle personali o raccogliendole per temi, per canali, per contatti etc. L’unico limite è la fantasia e le esigenze di ciascuno.

La nuova versione di Telegram propone due cartelle predefinite, Non lette e Personali e offre inoltre la possibilità di creare cartelle in grado di includere automaticamente tutti i BOT, i canali o i gruppi, ma ovviamente ciascuno potrà creare quante cartelle vuole, utilizzandole secondo le proprie necessità. La nuova funzione infine consente la sincronizzazione delle cartelle tra tutti i dispositivi dell’utente con Telegram attivo.

Creare una nuova cartella è molto semplice, anche se ovviamente richiede una diversa procedura per iOS e Android. Partiamo da quest’ultima. Sull’OS del robottino verde bisognerà recarsi nel menu Impostazioni, dove troveremo la nuova voce Cartelle, che ci consentirà di creare tutte le cartelle di cui abbiamo bisogno. Su iOS invece bisognerà tenere premuta l’icona Chat nella parte bassa dello schermo, accedendo così al menu per la creazione delle cartelle.

In entrambi i casi, una volta create le cartelle di nostro gradimento, all’interno della schermata principale dell’applicazione appariranno le schede corrispondenti alle diverse categorie, in modo da poter passare dall’una all’altra in modo semplice e veloce. All’interno di ciascuna scheda infine sarà anche possibile organizzare ulteriormente i contenuti, fissando in alto senza limiti di numero le diverse chat.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Successivo

Realme 6, arriva in Italia il nuovo smartphone di fascia media

next