Dopo il fallimento del piano per salvare Alitalia con una cordata guidata da Ferrovie, il governo prova a metterla sul mercato. E’ stato pubblicato giovedì il bando per le manifestazioni di interesse per acquisire la compagnia in amministrazione straordinaria. Il termine per presentarle è il 18 marzo alle 24. Insomma, ci sono meno di due settimane di tempo per trovare i potenziali candidati, con il ministro dello Sviluppo economico Stefano Patuanelli che pochi giorni aveva parlato di “un’interlocuzione aperta con diversi soggetti che si sono avvicinati in queste ultime ore”.

Nell’ambito della procedura, si legge nel bando varato dal commissario Giuseppe Leogrande, “saranno considerate preferibili prima le offerte che avranno ad oggetto il Lotto Unico e successivamente quelle che avranno ad oggetto più di un Lotto”. Tradotto, l’amministrazione straordinaria spera di vendere in toto gli asset aziendali, ma i soggetti interessati potranno fare offerte anche per le singole attività di aviation, handling o di manutenzione, questi ultimi molto appetibili per i big di settore. Insomma, non è escluso lo “spezzatino”.

Tra i requisiti – per la divisione aviation – chi ha “realizzato negli ultimi tre esercizi sociali un fatturato lordo annuo medio di almeno 1 miliardo, con un patrimonio netto di almeno 250 milioni”. Per la divisione handling “un fatturato lordo pari almeno a 50 milioni e 25 milioni di patrimonio netto” e per la manutenzione “30 milioni di fatturato annuo lordo” e “15 milioni di patrimonio netto”. In linea generale è consentito, nel corso della procedura, “costituire e modificare cordate anche unendosi a soggetti che non abbiano manifestato interesse”.

Ad offerte per singoli lotti che porterebbero a uno spezzatino saranno preferite “più offerte, interdipendenti, presentate contestualmente da più soggetti ma volte alla realizzazione di un progetto industriale sinergico, ovvero tra di loro indipendenti, ma risultanti comunque potenzialmente utili alla realizzazione di un progetto industriale sinergico”. Le offerte aventi ad oggetto il lotto unico dovranno in ogni caso assicurare la discontinuità, anche economica, della gestione da parte dell’offerente.

I prossimi passi? Dopo il 18 marzo, il commissario straordinario comunicherà al soggetto risultato in possesso dei requisiti richiesti l’ammissione alla successiva fase della Procedura, la Data Room relativa all’oggetto della manifestazione di Interesse. Potrebbero tornare in ballo Lufthansa (‘sponsorizzata’ da Atlantia ai tempi della cordata con Fs) e Air France-Klm. Entrambi puntano ovviamente al mercato del trasporto aereo italiano, che ha visto triplicare i passeggeri dal 1997 ad oggi. Rimangono le ansie dei sindacati per il personale, con il Ministero del Lavoro che ha convocato Alitalia e le sigle sindacali per il 17 marzo per l’esame congiunto della nuova richiesta di cassa integrazione straordinaria. Il vettore ha infatti chiesto una nuova Cigs dal 24 marzo al 31 ottobre per un totale di 3.960 dipendenti.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Banda ultralarga, Bellezza (Infratel): “Per superare il ritardo tecnologico accelerare su permessi, catasto del sottosuolo e 5G”

next
Articolo Successivo

Banda ultralarga, Antitrust: sanzione a Tim da 116 milioni di euro. “Ostacolato sviluppo rete. Condotte gravi vista la situazione del Paese”

next