Anche ai Caraibi si registrano le prime restrizioni riguardo ai casi sospetti di coronavirus. Una nave da crociera italiana è stata respinta da due porti, in Giamaica e alle Isole Cayman, perché un membro dell’equipaggio non si trova in buone condizioni di salute e presenta sintomi influenzali. Ma Msc Crociere precisa: “Nessun caso registrato”.

A riportarlo è il New York Times che ricostruisce la vicenda: la nave, che trasporta oltre 4.500 passeggeri e conta anche 1.600 membri dell’equipaggio, è arrivata martedì mattina nel porto di Ocho Rios, in Giamaica, dopo essere salpata da Miami, in Florida. Il comandante ha però comunicato alle autorità portuali a terra che a bordo si trovava una persona che presentava sintomi influenzali, tanto da provocare lo stop allo sbarco dei turisti. Una situazione che si è poi ripetuta appena 24 ore dopo nel porto di Georgetown, alle Isole Cayman.

Msc Crociere, però, assicura in una nota che “nessun caso di coronavirus è stato segnalato a bordo di Msc Meraviglia o di qualsiasi altra nave della flotta di Msc Crociere”. La compagnia si è detta “rammaricata” che ieri le autorità giamaicane “abbiano ritardato di molte ore la decisione di dare alla nostra nave l’autorizzazione necessaria per lo sbarco dei passeggeri”, come hanno fatto anche le autorità di Grand Cayman “senza nemmeno rivedere le cartelle cliniche fornite dalla nave”. La nave ora è in navigazione verso la prossima tappa prevista a Cozumel, in Messico.

Nel comunicato, l’azienda specifica che “il membro dell’equipaggio a cui è stata diagnosticata l’influenza stagionale comune è in condizioni stabili, riceve trattamenti e farmaci antivirali ed è ora privo di febbre e quasi guarito. Per precauzione è stato isolato dagli altri membri dell’equipaggio e dagli ospiti sin dal primo momento in cui si sono verificati i sintomi e rimarrà in isolamento fino a quando non sarà completamente guarito. Nessun altro caso di influenza di tipo A è stato segnalato a bordo di Msc Meraviglia”.

La compagnia precisa che “tutti gli ospiti e l’equipaggio di Msc Meraviglia sono stati sottoposti a screening individuale al momento dell’imbarco, approfondendo sia lo storico dei loro viaggi che le condizioni di salute. Msc Crociere infatti impedisce l’imbarco a chiunque abbia viaggiato da, verso o attraverso la Cina continentale, Hong Kong o Macao, nonché a persone che negli ultimi 14 giorni hanno viaggiato da, verso o attraverso uno dei comuni che sono soggetti a quarantena nell’Italia settentrionale. Inoltre, tutte le navi Msc Crociere effettuano anche screening pre-imbarco individuali con telecamere termiche per identificare ospiti o membri dell’equipaggio con sintomi come febbre, brividi, tosse o difficoltà respiratorie. Anche in questi casi l’imbarco viene negato”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Coronavirus, Berlino: “Sarà epidemia in Germania”. Prima vittima francese. San Francisco proclama stato di emergenza. Altri casi in Spagna, Croazia e Germania: erano stati a Milano

next