Battibecco a DiMartedì, su La7, tra il direttore di Libero, Pietro Senaldi, e Piercamillo Davigo, componente togato del Csm. “Rispetto ai tempi di Tangentopoli è sceso molto il credito nei confronti dei magistrati, perché gli italiani hanno la sensazione che facciano politica” ha detto il giornalista. Dura la replica di Davigo: “Ci sono stati 20 anni di disinformazione martellante che ha dipinto i giudici come carnefici e gli imputati come vittime”. “Ma che giornali legge?” ha chiesto Senaldi. “Per esempio il suo” ha ribattuto il magistrato.

Video La7

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Migranti, Lamorgese su La7: “Con Salvini porti non sono mai stati chiusi. Gregoretti? Nessuno può sottrarsi alle leggi, neanche ex ministro”

next
Articolo Successivo

Salvini, Travaglio su La7: “Ormai non ha più niente da dire. Si ritiri in riflessione a Medjugorje, dove ha un filo diretto con la Vergine”

next