“La domanda centrale è se Zingaretti stia parlando del Pd o della sinistra. Perché non è detto che tutte le anime che ha evocato siano disponibili a entrare nel Pd per come lo vedono oggi. Mentre in una realtà diversa magari lo sarebbero”. Così il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, a margine dell’incontro organizzato dal Partito democratico dal titolo Nord Face. Uniti si cresce. Il riferimento è alle parole espresse da Nicola Zingaretti su Repubblica secondo le quali avrebbe intenzione di sciogliere il partito dopo le elezioni in Emilia-Romagna in vista di un soggetto politico nuovo maggiormente inclusivo.

Oggi in Edicola - Ricevi ogni mattina alle 7.00 le notizie e gli approfondimenti del giorno. Solo per gli abbonati.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

“Salvini ha una condanna per razzismo: 5700 euro per i cori contro i napoletani a Pontida”

next
Articolo Successivo

Sardine, il fondatore Santori: “Io di sinistra, il movimento no. Il voto in Emilia-Romagna? È referendum su Salvini, se perde è uno smacco”

next