“Le mie magari sono parole scomode. Magari a Capodanno bisogna fare discorsi più melliflui, più incolori, più indolori, più insapori. O facciamo in fretta, o questo paese si spegne”. Queste le parole di Matteo Salvini nel suo “controdiscorso” di fine anno, trasmesso in diretta Facebook poco dopo il consueto intervento del Capo dello Stato, Sergio Mattarella. Nel lungo video il leader della Lega ha poi sottolineato che “ce la metterà tutta perché l’Italia torni a essere il grande Paese che merita di essere”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Mattarella, discorso di fine anno: “I mutamenti climatici sono questione serissima che non tollera ulteriori rinvii”

next
Articolo Successivo

Piombino, il sindaco di centrodestra licenzia il primo cittadino Pd di Monterotondo che era assunto in Comune come istruttore direttivo

next