Alla due giorni di “Base riformista” di Milano, Luca Lotti viene accolto da una standing ovation di trenta secondi dai militanti della corrente del PD. “Grazie per l’applauso preventivo sento l’affetto di tutta la comunità” commenta Lotti che dal palco si tiene lontano dalle vicende della Fondazione Open e si limita a lanciare un appello al segretario del PD: “Non devi avere paura di noi, vogliamo davvero un PD unito che supera l’ultimo congresso, basta è finito”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Regionali Calabria, Callipo scioglie le riserve e si candida a presidente. Zingaretti: “Il Pd lo sosterrà col massimo impegno”

next
Articolo Successivo

Open, Renzi sempre più come Berlusconi all’attacco dei pm: “Preoccupato per la democrazia”

next