Si è allontanata da casa dicendo alla madre di andare a messa ma da domenica scorsa non è più tornata. Secondo quanto riferito dalla madre ai carabinieri che hanno fatto scattare la ricerca, la figlia Letizia Diana David di 17 anni, di origini romene e residente a Conegliano, in provincia di Treviso, con la madre, sarebbe fuggita con un uomo, romeno di dieci anni più grande, conosciuto online. L’uomo risiede in Germania e proprio qui si stanno intensificando le ricerche.

Da quel momento il telefono di Letizia risulta spento: la giovane è uscita di casa senza borsa, né portafoglio, né documenti. La madre dopo aver denunciato la scomparsa ha pubblicato un post di aiuto su Facebook postando la foto della figlia e scrivendo: “Lei è David Letizia Diana 17 anni, capelli rossi, jeans blu, scarpe nere. Ieri mattina è uscita di casa da Conegliano Treviso alle 8 e non è tornata più. Sappiamo che è insieme ad un ragazzo di 27 anni che ha una sorella a Piacenza. Un loro amico ci hanno detto che questa persona fa traffico di minori e vuole portarla in Germania”.

La madre teme che sua figlia sia stata coinvolta in un giro di prostituzione. Indagano i carabinieri: “Domenica mattina – precisa comandante della compagnia di Conegliano Fabio Di Rezze – abbiamo ricevuto la denuncia della madre dell’allontanamento da casa della figlia, da allora la stiamo cercando, le indagini sono a 360 gradi, e vanno in tutte le strade possibili. Per il momento non abbiamo notizie, stiamo facendo il possibile”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Ferrovie, Trenitalia si aggiudica la gara per l’alta velocità in Spagna: gestirà 5 linee

next
Articolo Successivo

Venezia, la ministra De Micheli promette altri 325 milioni per finire il Mose. “Ma sono compresi nel costo di 5,5 miliardi già previsto”

next