Simona Ventura torna in libreria con Codice Ventura, con un libro personale, in cui si guarda allo specchio e cerca di ricordare com’è stato crescere e iniziare a lavorare nella tv dei mitici anni ’80. Presentato alla libreria Rizzoli di Milano, il suo è un viaggio nei ricordi di una generazione, che l’ha vista crescere, per poi diventare una delle protagoniste più famose del piccolo schermo. “Un libro che ho voluto fortemente – ha detto – Trovo che quegli anni siano stati sottovalutati, hanno portato le nuove generazioni verso l’epoca moderna. Sono gli anni in cui mi buttavo in tutte le situazioni, non stavo a guardare il capello. Oggi è cambiato tutto, i ragazzi sono più fragili, noi eravamo più ruspanti“.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

La Prova Del Cuoco, la concorrente ringrazia il marito: “Mi ha permesso di venire”

next
Articolo Successivo

Pino Daniele, la moglie Fabiola Sciabbarrasi scrive un libro: “Ecco chi era davvero mio marito”

next