“Non è un’operazione personale, ma una grande operazione di mobilitazione dell’Italia che studia lavora e produce e non ne può più di scegliere tra sovranisti e populisti, ai quali i grandi partiti europei si sono sottomessi”. Così Carlo Calenda presentando alla sede della Stampa estera a Roma il nuovo movimento Azione. “Sarò un movimento negli obiettivi, ma farà congressi come i partiti, il primo a giugno 2020 – ha spiegato Calenda -. Non serve un nuovo partitino e se sarà un partitino avrà fallito il suo obiettivo e si scioglierà senza partecipare alle elezioni”

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Ex Ilva, Calenda: “Scudo penale va rimesso, senza quello l’acciaieria verrà chiusa”

prev
Articolo Successivo

Rosatellum, ok Cassazione al referendum. Maggioranza divisa: Pd per il maggioritario, M5s-renziani-Leu per il proporzionale

next