Bagarre a “Non è l’arena” (La7) tra l’europarlamentare del M5s, Dino Giarrusso, e il conduttore della trasmissione, Massimo Giletti, sul caso Mose.
Giletti esordisce nella sua domanda a Giarrusso, ricordando: “L’accusa che viene sempre fatta al M5s è quella di bloccare le opere e di dire sempre no”.
Il politico risponde su chi attribuisce gran parte delle colpe all’azione della magistratura e puntualizza, citando l’ex presidente della Regione Veneto Giancarlo Galan: “La verità è che il problema è una classe politica inefficiente con un nome e cognome: centrodestra. Visto che hai parlato dei 5 Stelle, al primo che dice che siamo incompetenti e inefficienti racconterei cosa è il Mose, che è un esempio di incompetenza politica incredibile tutto del centrodestra, cioè Lega, l’ex Alleanza Nazionale e Forza Italia, perché loro hanno governato quella Regione”.

Giletti insorge precisando che lui non ha mai rivolto quelle accuse al M5s e ribatte: “Anche il governo Conte Uno è durato un anno. Probabilmente non c’è più un’attenzione vera e precisa. Io, per rispetto dei veneziani, andrei lì dai commissari a chiedere cosa stanno facendo. Non si può sempre andare in quei posti dopo le tragedie. Il Paese non ne può più. Non ne possiamo più dei politici che vanno dopo le tragedie. Li voglio prima per rispetto di quella gente, che siano di destra o sinistra, e che cazzo”.

La polemica riprende minuti dopo, quando Giletti cita la destra e la sinistra come responsabili. Giarrusso obietta: “Mi pare che la Regione Veneto abbia avuto un colore solo“.
“Scusami, eh, Dino – replica il conduttore – Nel governo centrale non c’era la destra, ma Renzi, anche per tanti anni, e poi Gentiloni. Perché parlare sempre e solo della destra al potere? Dai! Siate obiettivi. Adesso, siccome state al governo con la sinistra, va bene tutto quello che fa la sinistra“.
Giarrusso controbatte: “E infatti perché è nato il M5s? Come alternativa a questi sistemi”.
In questa questione del Mose sono invischiati tutti“, ribadisce Giletti.
No, il M5s no“, puntualizza Giarrusso.
“Oh, va bene, siete puri e immacolati”, chiosa il conduttore.

“Basta coi politici che si interessano dopo che accadono le tragedie”

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

La7, lite Biancofiore-Feltri. “Sta facendo una brutta figura sulla storia altoatesina”. “Me ne vado, sei una esaltata che dice cazzate enormi”

next
Articolo Successivo

Gratteri: “Salvini? Ha perso troppo tempo a parlare di immigrazione e di rapine nelle ville. Ma sono 12 rapine in tutto l’anno”

next